Il vocabolario Nettunese - Italiano

0
74

A

A ciccio de sellero – appositamente, nel momento
giusto, a proposito.
A la vigna vacci e a bottega stacci
A Pasqua ogni poeta abbusca, ogni morto de fame
se ne casca.
abbacchiato – triste, abbattuto
abbordà – corteggiare
abbottà – riempire di cazzotti, di chiacchiere…
abbozzà – tollerare, lasciar stare
abbronunzio – esclamazione come corbezzoli!
abburracciato – completamente sazio
abbuscà – guadagnare; ma anche prendere le botte
accannare – tradire, abbandonare
accannauro – cravatta (termine primi ‘900)
acchittasse – essere elegante
acciaccà – pestare qualcosa
accrocco, accroccato – riparato in qualche modo
accorare; te possino accoratte – infilzare il cuore,
dare il tormento; imprecazione.
acetella – vinello scadente
acqua zorfa – acqua solfurea
acquacotta – misera zuppa dei contadini dell’agro
romano.
acquato – bevenda tipica nettunese ricavata dall’ultima
torchiatura dell’uva mista ad acqua.
affilatura – spiffero di aria che filtra attraverso una
fessura.
aggratise – senza pagare
allampanato – smilzo e di poca salute
allangato – affamato
allegro – alticcio
allupato – bramoso, desideroso specie in amore
ammalappena – appena
ammazzatora – mattatoio
ammollà – lasciarsi andare
andare a sciò – perdere tutto
antro – altro
annare – andare
anticaje e petrelle – oggetto di fattura antica ma di
scarso valore.
appanna la porta – socchiudi la porta
appannato – sazio
appizzà – tendere la vista, l’orecchio…
aranfà – prendere con avidità
àrbume – album
ariaccia, tira una… – brutto presentimento
aribbudinare – avvolgere
aribbudinelo – riavvolgilo
arrapasse – eccitarsi
aruzzonito – arrugginito
assogna – grasso di maiale
attanfà – impuzzolire l’aria, appestare
attastà – palpeggiare
attizzà – provocare una lite, accendere un fuoco
attrippare – sazio usato per il pranzo; de botte, picchiare
attufato – luogo carente d’aria
atturare – chiudere
auffa – gratis da: ad usum fabricae

B

bagarozzo – scarafaggio nero, ma anche di presa in
giro per il prete in abito talare.
bagnarola – catino di forma circolare, grande
bagnolo – impacco medicamentoso
bagnomaria – modo di cuocere i cibi non direttamente
a contatto col fuoco.
bambacione – bambinone, persona semplice e buona
barrozza – carro a due ruote trainato in genere da
due buoi.
barzotto – a metà, né crudo né cotto, né giovane né
vecchio…
battecca – bacchetta
battilonto – tavola per affettare
bavarola – bavaglino
bazzicà – frequentare
becalino – miope
bettola – taverna di infimo ordine
biacca – cibo liquido di pessima qualità
biocca – chioccia
bizzogo – bacchettone, falso devoto
boccia, boccione – bottiglia, bottiglione
breccola – piccolo sasso
brocchette (battere) – sentire freddo
bronco – gronco un pesce, ma anche sciocco, bolso,
lento.
bruciatigami – persona veloce, svelta
brugna – frutto, oppure dare una brugna, un colpo
brugnolo – fungo porcino
bruscolini – semi di zucca
buatta – recipiente di latte
bucìa – bugia
bucio – buco
buggerare – imbrogliare
bumbo, bumbone – riempirsi la bocca di acqua
buriana – maltempo improvviso
Burino, scarpe grosse e cervello fino

C

cacalippa – spavento
cacchione – tipo di vitigno nettunese
caciara – chiasso, gran confusione
cagnàre – cambiare
cagnolo – piccolo cane
callallesse – castagne lesse, schiaffo
callaro – paiolo
callaroste – caldarroste
callo – caldo
campana (sta in ) – stare attenti
cannèla – candela
capoccella – capolino
capoccione/i – testone, caramelle di liquirizia
caratello – ½ botte
carciofolo – carciofo, persona stupida
castagnaccio – dolce a base di farina di castagne.
catafarco – baldacchino per le esequie
cazzarà – scherzare
cazzimperio – pinzimonio
ci sformo – non ci posso pensare, non mi do pace
cecagna – sonnolenza
cecato – orbo
celletti – uccellini
cellitto, bello cellitto – bel bambino
cello – bel ragazzo
cerase – ciliegie
ch’edèra – che cosa era
Chelle – Codini – Munghi – Petecchie – Ralli –
Zaralle - Nun le trovi in nessun vocabolario ma a
Nettuno tenghi da sapè che ssò, se no passi pè pollo.
chello – quello
chesso – questo 
Che vai petenno? Cosa chiedi insinstentemente?
Chi disprezza compra
Chi dorme nun pija pesce
Chi la fa più zozza, è priore!
Chi nun ha voja de lavorà o sbiro o frate se deve fa
Chi s’incoccia, diventa capoccia
chiandro – quell’altro
chìo fregno – quel tale
chìo – quello
chìo de le recchie – otorino, secondo Nives
chiodo ruzzo – chiodo arrugginito; imprecazione
chiollà – quello là
ciafrelle – ciabatte
ciafrocca – grosso naso
ciammaruga – lumaca
ciammelletta – ciambelletta
ciammottoni – lumaconi
cianca – gamba
cianchetta – sgambetto
ciancicare – masticare
Ciarusico appena addottorato ingrassa er sacrato
ciavatta – pantofola
cicerchia – legume di scarso valore
cicolino – foruncolo
cionghìa – debolezza
ciriola – anguilla di fiume, forma di pane
Co lo sbaja s’impara
coccia – buccia
cojonà – prendere in giro
colonnetta – comodino
combinella – stare insieme d’accordo o chiacchierando
commare – comare, madrina
commò – mobile a cassetti da camera da letto
compa’ – compare - padrino (sette San Giovanni)
concallato – riscaldato
cortello – coltello
cotica – cotenna, cuoio capelluto
cricca – combriccola
crisombora – botto dei pescatori
crocchia – ciuffo di capelli raccolto nel capo
crocchiare – picchiare
cucchiara – cazzuola; mezza cucchiara, di manovale scarso.
cucchiarella – mestolo di legno
cuccuma – bricco di rame per scaldare il caffè o il
latte.
cucuzza – zucca
cupella – piccola botte da pochi litri

D

Da la mula der notaro c’esce er morto paro paro
de riffe o de raffe - in qualche modo
denanzi e deretro – davanti e dietro
dindarolo – salvadanaio

E

è ‘n ombrellaro! – professionista di poco conto
Er santaro se frega ‘na vorta sola
Er vino bono nun cià bisogno de frasca
erbetta – prezzemolo
esse fregna – puntigliosa
essio – ecco
esso’ssa – ecco qua
essolo – eccolo

F

faccenna – faccenda
facioli – fagioli
famijola – funghi chiodini
fare cirpa – rubare la posta e sparire
fare razza – rifarsi al gioco
fijo de ‘na mignotta – persona furba, scaltra
focalone – piccola vallata
focheraccio – far fuoco alla buona
fonno – fondo
fracica – marcia
fraffruso – parlare con la lingua fra i denti
fraolino – pesce simile al dentice
fraschetta – bottega dove si vende il vino, (la
mamma dell’enoteca).
fràtito – tuo fratello
fratta – siepe, rovi
fregnacce – stupidaggini
frego (un) – un gran numero
fricandò – pasticcio, guazzabuglio
froce – narici
frùcio – piede in fallo nel gioco della campana
fusaje – lupini
futo/a – profondo/a

G

gargarozzo – gola
gattamorta – ipocrita
ghicio, ghiciordo – bello, gagliardo
ghingheri – vestirsi bene
giochi: zompacavallo, topa topa, mazzapicchio, bucopalla, pallovo, quattro cantoni, pupazzetti, picchio, spaccapicchio, spigaratro, monte, montequadrato, birette (tappi di birra), nisconnarella, spadate, picca, guerra francese, uno montalaluna, besbol, scivorarella, campana, le belle statuine, all’ambasciatori, palla pallina, a lastichi, co’ la mazzafionna, monopattino coi cuscinetti, carozze, a parmetto, a stampa e furco, co’ l’aquilone, a cartocetti (cerbottana), co’ le scoregge derneguse, a carte, a spazzola. gnagnarella – pioggerella continua
gnappa, gnappetta – piccolo
gnòttere – inghiottire
gran callara – con la massima intensità
grancio – granchio
grattachecca – bibita con ghiaccio grattato e sciroppo
grugno – viso
guazza – rugiada
guazzetto – salsa, intingolo

I

iettare – gettare
impicci – oggetto che intralcia, ostacola
impunito – sfrontato, birbone, brigante
inciafrujà – impasticciare
inciamurrisse – raffreddarsi
incitoso – mosso dalla rabbia
infrocià – andare addosso ad un ostacolo
inguacchio – pasticcio
intorzà – rimporre

J

jotto – ghiotto
jotto birbo e mar devoto – uno che la sa lunga

L

L’Italia comincia a la Solfatara e finisce a lu fiumitto (antico detto nettunese).
la forma – lavatoio dove le nettunesi lavavano i
panni, situata nei pressi di via Firenze.
legittimo – non ubriaco
lenza – furba
lercio – sporco
lippa – nizza, gioco
liscebbusso – rimprovero, anche nel gioco delle carte
liscivia – detersivo improvvisato usato un tempo per rendere candido il bucato, fabbricato dalla “Bruschina”.
lo scuro – quando si fa sera e si stacca dal lavoro
lonto – lardo
lupo panaro – lupo mannaro
luppica – essere ubriaco

M

m’abbusco – guadagno
ma’…damme ‘no pezzo de pane ‘ndindo (la mamma)
‘ndindo ‘n ‘do?
macchiarella – località nettunese
maese – campo non arato
mambrucco – negro in senso dispregiativo
mammeta – tua madre
manfrina – giro di parole cariche di adulazione
marabbitto – personaggio nettunese, essere marabbitto.
marcaduto – epilessia
matticella – fascina di tralci di viti essiccati
mazzacchera – lombrico
mazzafionna – mazzafionda
mazzo – me so’ fatto un mazzo tanto – ho faticato oltre misura, sedere, fortuna.
mburso – goffo, bolso
merca – marchio che si imprime con un ferro rovente
meroide – emorroidi
mettici ‘na pezza – aggiusta; ma anche: Ti sta bene! Così impari!
micchi – stupidi
mignatta – sanguisuga
migragna – miseria
minestra ariscallata – solita cosa
misticanza – insalata composta da molti tipi di erbe stagionali.
mò – adesso
moccoli – lanternini, candele
moccolo – aregge er moccolo – bestemmia, esser
presente con gli innamorati
mosciarella – castagna sgusciata, seccata
mostacciolo – biscotto di pasta, miele, mandorle, farina di forma romboidale, duro.
mucco – viso
mucco de fregna – rimprovero, persona che si rende
antipatica; essere schizzinosa.
mucco de pippa – persona antipatica
mucco zuzzo – viso sporco
muccolotto – lumino
munello – bambino
muntarozzo – cumulo in genere di terra
musarola – rassomiglianza di viso
mutanne – mutande

N

N’è ‘n cazzo, Bartolomè!
n’è’n cazzo – non è niente
na cacata – tanto
nasca – nasone
nchiavà – chiudere bene la porta
ncianfrico – parlare strano, altra lingua
Nettunesi in Francia: Signorinè vu tenè nu padellè
pe’ cocè ‘n’ovè? Je ne comprì pa (la francese) - No
nun te preoccupà ‘o pane lo tenemo noiandri.
nguattato – nascosto
nnamo – andiamo, a mète, a mietere
nonneto – tuo nonno
nticchia – quantità molto limitata
nturso – testardo, capoccione
ntuzzicare – insistere fastidiosamente
nunci sbaiocco – non ci vedo

O

O a Napoli ‘n carozza o alla macchia a fa’ ‘l carbone!
occhi da pesce fracico – sguardo spento, ma anche
innamorato.
o fiumitto – Loricina
Ognuno all’arte sua, e er lupo alle pecore
ormo – m’hai fatto ormo, m’hai fregato

P

pacchia – cuccagna
paccuto – spesso, robusto
palandrano – soprabito molto ampio
pallandolo – sasso arrotondato
panunto – pane inzuppato col condimento dell’arrosto o delle salsicce ecc…, pieno di macchie.
panza – pancia
panzanella – pane raffermo, acqua, olio, sale, pepe,
basilico e pomodoro fresco.
papagna – cazzotto
parediviso – sembra
patacca – macchia d’olio, vecchia moneta o medaglia, bella patacca, bella donna.
patàscio – chi sta con la bocca aperta a riposo
pàtrito – tuo padre
pe ‘tera – in terra
pecoritto – piccolo di pecora
pedalino – calzino da uomo
pelliccio – setaccio grossolano fatto di vinghio o metallo
pennichella – pisolino pomeridiano
pennolenno – chiedere insistentemente
persica – pésca
pettorina – in primo piano, di rimpetto
pia ‘sso sasso ‘ssà e pòsio ‘ssa sopre a ‘ssandro sasso ‘ssa
pignoli – pinoli
piloto – saccente, borioso
piotta – moneta da cento lire
pischello – ragazzetto
pomicià – amoreggiare
prescia – fretta
prospero – fiammifero
puntarelle – costole di foglie del cicorione condite con
aglio tritato, olio, aceto, pepe e filetti di acciughe.
pupazzetti – figurine

Q

Quello che nun strozza…’ngrassa

R

rabbelare – ricoprire
radica gialla – carota
rafacano – gretto
ramazzo – grappolo
rangutano – scimmione
razzàccoli – grappoli superstiti alla seconda passata
recchia – orecchio
regaglie de pollo – interiora di pollo
ribbudinare – avvolgere
ricacchio – germoglio nuovo
riffa – lotteria privata
rigolizia – liquirizia
rimorchià – invito galante ad una donna
rinale – vaso da notte
rinturcinare – torcere
ripetone – grosso raffreddore, tosse, bronchite
riverzina – risvolto del lenzuolo sulle coperte
rizzollare – picchiare, t’ha rizzollato de’ botte
roscio – rosso
rusicare – rodere dentro
ruzza – metallo ossidato, frenesia
ruzzare – correre e saltare per gioco

S

sàbbeto – sabato
saccoccia – tasca
saracca – acciuga, sardina
sarago – aringa salata
sarapica – donna linguacciuta e litigiosa; donna tutto pepe.
sarvognuno – lett. salvo ognuno, cioè: Dio guardi!
sbornia – ubriacatura
scacacciare – andare in diarrea
scacchià – togliere i cacchi o germogli superflui delle viti.
scaciato – trasandato, malvestito
scajare cipolla – urtare con i piedi un dislivello del
suolo camminando scalzi.
scampanacciata – lunga suonata con campanello
scannare – sgozzare
scapoccià – togliere la testa
scapocciasarde – portodanzesi
scarduso – chi non rispetta le regole, litigioso
scarpetta – l’ultimo boccone
scassato – zappatura del terreno per la profondità
di un metro con uno zappone dritto, a squadra.
scernere – vedere
sciammer(i)ga – signorina di facili costumi, farsi una...fare sesso.
schicchera – colpo improvviso
scialà – spendere e spandere
sciapo – insipido
sciorno – balordo e sciocco, insulso
sciorta – diarrea
sciuscelle – carrube
scivorarella – scivolare su un piano inclinato, gioco
scojo – scoglio
scoletta – abitudine
scrucchi – tacchi delle scarpe
scucchia – mento pronunciato
sdeloffiato – storpiato
sdelongarze – allungarsi (per terra)
sediola – piccola sedia
sellero – sedano
serciata – sassata
setaccio – passino per la farina, cernere la fame co’o setaccio.
sfonnone – grosso errore
sfrizzoli – pezzeti di carne e grasso di maiale fritti
sgamato – colto sul fatto
sganciare – dare un’occhiata
sgommarello – grosso cucchiaio per uso da cucina
sgranco – mancante
sgravà – partorire
sgrinfietta – innamorata
sgrugnato – abraso
sguiciato – sfiorato
sguicio – sfiorato
sì ‘na pila de’ facioli – sei uno che borbotta
Se te metti a fa i cappelli nasceno tutti senza capoccia.
sibemolla – modo di aggiustare le cose
signorine – caramelle di tipo mou, menta e liquirizia
smarronata – grosso sproposito
smucinare – mescolare
sopre – sopra
sora – signora
sorba – frutto, ma anche colpo
Sordo come un campanaro
soreta – tua sorella
sorfarolo – fiammifero di legno
spallato – casa diruta all’angolo di via Forno a
Soccio con via Ongaro.
spampanato – allargato, aperto
spampanatura – sfrondatura delle foglie dalla vite
spaso – disteso
sperella – raggio di sole
spianatora – tavola di legno per stendere la sfoglia
di pasta all’uovo.
spicciare – pulire, dar via ….
sporta – borsa per la spesa
spotico – dispotico
spupazzare – far divertire un bambino
sta a ricasco – parassita
stennerello – matterello
stommico – stomaco
stracco – stanco
stroppio – storpio
strozzapreti – fasta fatta in casa con acqua e farina
strucinare – trascinare strisciando in terra
sturare – stappare
suatta – unità di misura: un po’ più della norma
subbia – ago usato dai calzolai per cucire le suole;
secco come una subbia.
subullito – malaticcio
sumaro – somaro
svinacciatura – cappello superiore dell’uva pigiata usata per la produzione di aceto.

T

tajère – piccola tavola di legno spessa, usata in cucina per sminuzzare carne…
te dè da da – ti deve dare
teglia – tiella – contenitori per la pizza
tenè le fregne – essere di pessimo umore
tenghi la museruola de’ mammeta – assomiglia a tua madre.
testo – contenitore per la pizza, lasagne…
tigame – tegame
tigamella – piccolo tegame
tortore – bastone
treppinze – avaro
tritticà – dondolare
tropea – temporale estivo improvviso
tummero – stupido
turaccio – tappo

U

Un par de ciufoli
uva a cornetta o cornettone – pizzutello

V

vago – acino
varecchina – candeggina
vellembia – vendemmia
vellutella – muschio
ventre de vacca (essere in un ) – trovarsi nel benessere.
vinghio – arbusto come il vimine
visavì – armadio da camera da letto
Voja de’ lavorà zompeme addosso

Z

zagajare – balbettare
zarapica – zanzara, donna tutto pepe.
zeppo dorce – radice di liquirizia
zieta – tua zia
zinalone – grembiule
zinna – mammella
zoccola – pantecana, prostituta
zompa fosso – pantaloni lunghi tra caviglia e il polpaccio.
zoppitto – zoppetto, personaggio di Nettuno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here