NETTUNOCITTA.IT




NEPTUNIA
di G. BROVELLI SOFFREDINI

a cura di
OSCAR RAMPONE

HOME - OPERE

INTRODUZIONE


Patria, nihil dulcìus, nìhil Carius esse potest:
CICERONE

Il diario di Roma del 24 agosto 1825, N. 67, pubblicava la seguente notizia, testuale:
Nettuno, 23 Agosto

" Una bella memoria sopra l'antica città di Anzio, al presente Nettuno, il chiarissimo Editore (Lino Contedini) la riporta identificamente quale gli fa comunicata in manoscritto dal Sig. Doti. Boni, col cortese permesso di prenderne copia e pubblicarla in opportuna occasione. Fu essa compilata dal nostro concittadino Bartolomeo Soffredini, già internunzio a Brusselles, sotto ilPontificato di Clemente XII (Rezzonico) nella circostanza che dal valente Busching Prussiano, autore di rinomate opere geografiche, fu pregiato di notizie stanche intorno i paesi posti nel nostro Mediterraneo, fra i quali Nettuno. La famiglia Soffredini fu quelle che ne fornì una copia ad Dottar Boni. " (1).
La sovraintendenza degli Archivi della Provincia Romana e Direzione dell'Archivio di Stato e Biblioteca dell'Archivio, il 10 novembre 1879,

N. 2024, scriveva all'avv. Calcedonio Soffredini, una lettera del seguente tenore:
" Rendo molte grazie alla S. V. Ill ma dell 'esemplare della Storia di Anzio (antica), Satrico (Conca), Astura e Nettuno testé da Lei pubblicate, e mi pregio, in pari tempo, assicurarle che ho collocato l'opera medesima nella biblioteca di questo Archivio Romano, ove rimarrà con vantaggio degli studiosi a testimonianza della dottrina e cortesia di Lei. Mi professo con gratitudine e stima sincera: Suo Dev. mo
D. Gnoli " (2)

A seguito di queste pubblicazioni, ho voluto compiere la presente. R dovere m'impose di far rilevare che un popolo tanto più sente la propria dignità, quanto più lungo è il tempo a cui risale la sua storia.
Una tradizione storica, degna di fede, m'indusse a questo lavoro e mi suggerì di pubblicarlo col titolo "Neptunia"...
stimai utile, inoltre, mettere in evidenza la forma caratteristica del Castello fortificato, con le site torri medioevali: forme queste, che si collegano intrìnsecamente con le vicende dei suoi tempi, ed hanno un 'importanza storica ed artistica.
Infine, il periodo secolare del feudalismo mi darà campo di pubblicare non poche notizie sincrone, inedite e rare, di un certo interesse, desunte da documenti autografi.
Tali notizie si collegano con fatti e circostanze, che riguardano Nettuno, singolarmente; in quanto, esso territorio ebbe proprie ad assolute giurisdizioni; A) quella civile nei rapporti privati e amministrativi; B) quella militare, per il funzionamento e servizio delle torri del Castello e delle altre, poste in difesa, lungo il litorale marittimo: dalla Torre delle Caldane a quella di Foceverde.
Procurai dì rintracciare, con paziente studio, quanto mi fu possibile. Radunato il prezioso materiale, mi accinsi al lavoro di elaborazione, nell'intento di assecondare il desiderio di quanti bramano conoscere k vicende storiche di questo ameno lido.

L'opera mia modesta è l'espressione di un pensiero di venerazione per questa riviera di bellezze e d'incanti, ove palpita una dolce vita, ove tutto sorride, nella felicità di un'armonia serena di colori, di luce, d'allegrezza; grato, indelebile ricordo a chi vi soggiorna; così, come eterne stanno e staranno le orme, che la sua storia impresse attraverso i secoli.
Questo lido, questo sorriso del mare, misticamente favella, o cortese lettore; e se fisserai profondo lo sguardo a questa spiaggia avventurata, tra i pini e fiori che incensano Varia, quando gli estremi, misteriosi raggi del sole indorano l'ampio golfo e medioevali torri, udrai allora un canto sommesso, caro alle anime solitarie; inno, man mano prorompente di gioia solenne e di pace, mentre i flutti verso a te s 'effondono, in segno di dolce, espressivo saluto.

Nettuno, 10 Febbraio 1923

G. BROVELLI SOFFREDINI

(1) Bartolomeo Soffredini nacque in Nettuno il 1 Agosto 1707, e scrisse, nel 1772, la detta Storia, di cui l'autografo (come pure la pubblicazione editoriale del 1825) si conservano presso la famiglia Brovelli Soffredini.

(2) L'Avv. Calcedonio Soffredini, nipote di Bartolomeo, nacque in Nettuno il 12 agosto 1798. Giudice del Tribunale Civile in Roma dell'A.C., Presidente del Tribunale Civile di 1 - Istanza in Roma nel 1849, pubblicò la Storia nel 1879. L'originale e i relativi documenti si conservano presso la famiglia Brovelli-Soffredini.





OPERA APPARTENENTE AL FONDO BIBLIOGRAFICO
"100 LIBRI PER NETTUNO"
AUTORIZZAZIONE PER LA PUBBLICAZIONE
CONCESSA DA DON VINCENZO CERRI

Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta e trasmessa in qualsiasi forma
o con qualsiasi mezzo elettronico, meccanico o altro senza l’autorizzazione scritta
dei proprietari dei diritti.