NETTUNOCITTA.IT




ANTOLOGIA DI RICORDI

di Augusto Rondoni

HOME - OPERE

INDICE - Prefazione - Ringraziamenti - 1) antefatto - 2) la "Piave" - 3) l'allarme - 4) "cedete le armi" - 5) la trappola - 6) la "Donati" - 7) al Poligono - 8) alla "Tofano"- 9) in Piazza - 10) i rivoltosi - 11) nel Borgo - 12) la finta partenza - 13) il Dictat - 14) tutti al forte - 15) tra le campane - 16) l'ultimatum - 17) senza complimenti - 18) le razzie - 19) dalla terrazza - 20) gli antifascisti - 21) i ferri del mestiere - 22) la decisione - 23) dalla "Carraia" - 24) il campanile - 25) tra le persiane - 26) al Sanatorio - 27) la minaccia - 28) i quadrimotori - 29) lo schiaffone - 30) l'avvertimento - 31) il plotone d'esecuzione - 32) il recupero - 33) l'arraffamento - 34) i pifferi - 35) Cincinnato - 36) via dei Latini 25 - 37) "papiren" - 38) i martiri
39) il padre del palletta- 40) i bombardieri - 41) i fornari - 42) le galline - 43) la fortezza volante - 44) suor Eletta - 45) Radio Londra - 46) la fame - 47) il monumento - 48) Coriolano - 49) la "grazzia" - 50) prologo - 51) patema - 52) "altro che buon riposo?" - 53) don Pietro - 54) all'alba - 55) le jeeps - 56) Cirillo è arrivato - 57) il binocolo - 58) la vacca grassa - 59) i palloni - 60) "so Salvatore!" - 61) i morti in fila - 62) la bara - 63) la lezione - 64) le cavallette - 65) i canadesi - 66) le capocce di villa Donati - 67) i bonaccioni - 68) i sorci de Totozzo - 69) lo stuka - 70) ponte smerdino - 71) la gallinella - 72) pallino - 73) l'F.B.I. - 74) per una foto - 75) la stretta - 76) tra i tumuleti - 77) le rancitelle - 78) a Tre Cancelli - 79) i gentlemen - 80) mio padre - 81) a sangue freddo - 82) "che botta" - 83) la mamie - 84) Ernesto - 85) sfollati e spidocchiati - 86) l'arma segreta - 87) cacarella a vento - 88) "you no strng" - 89) Incoscienza - 90) P.G.R. - 91) l'alza bandiera - 92) pasquetta '44 - 93) la fucilazione - 94) "mi nonna" - 95) la capanna bruciata - 96) allegro ritorno - 100) la coltellata - 101) campo minato - 102 Armandino - 103) i teschi - 104) il cap. Taylor - 105) come andarono le cose - 106) la verità - 107) la conferma della verità - 108) Fido - 109) La rabbia del '44 - 110) uno strano americano


87) cacarella a vento


Un giorno, per non fare tardi mi recai al lavoro senza fare colazione, pensando che avrei rimediato qualcosa presso la cucina dell'Ospedale n. 93, in località Foglino, dove lavoravamo, senonché, alla mia richiesta, il cuoco mi fece osservare che ormai le razioni erano state già distribuite e che, se volevo arrangiarmi, poteva darmi solo della gelatina al cioccolato. Me la fece assaggiare e la trovai squisita. Era tanto tempo che noi tutti facevamo astinenza, specialmente di dolci. I1 cuoco, veduto il mio palese gradimento, mi regalò addirittura tutto il barattolo da 5 Kg.!
Lo ringraziai, portandomi la confettura sul posto di lavoro, dove c'era mio fratello e il mio amico D.O.. Noi avevamo allora il compito di riempire con la sabbia migliaia di sacchette che poi venivano messe a cinta esterna delle tende dell'Ospedale a protezione dalle schegge delle granate. Per farla breve, solo noi tre, tra una cucchiaiata e l'altra, finimmo presto, ingordamente, l'intero barattolo per poi riprendere il lavoro sospeso. Però, non passò un quarto d'ora che iniziò il mal di pancia e di stomaco: La gelatina aveva causato un effetto dirompente nelle nostre viscere. Ci alternammo frettolosamente nell'andare dietro un vicino canneto!
Il nostro capo-sezione americano, passando verso mezzogiorno, oltre a trovare pochi sacchetti riempiti, notò lo strano andirivieni. Il Big-boss, padre del nostro amico, fu chiamato a rapporto ed informato dell'incidente occorsoci: tutto finì in una gran risata, mentre noi, anche il giorno successivo, seguitammo a correre a turno dietro il canneto.

 

AUTORIZZAZIONE PER LA PUBBLICAZIONE
COCESSA DA AUGUSTO RONDONI

Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta e trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo elettronico, meccanico o altro senza l’autorizzazione scritta dei proprietari dei diritti.