NETTUNOCITTA.IT




ANTOLOGIA DI RICORDI

di Augusto Rondoni

HOME - OPERE

INDICE - Prefazione - Ringraziamenti - 1) antefatto - 2) la "Piave" - 3) l'allarme - 4) "cedete le armi" - 5) la trappola - 6) la "Donati" - 7) al Poligono - 8) alla "Tofano"- 9) in Piazza - 10) i rivoltosi - 11) nel Borgo - 12) la finta partenza - 13) il Dictat - 14) tutti al forte - 15) tra le campane - 16) l'ultimatum - 17) senza complimenti - 18) le razzie - 19) dalla terrazza - 20) gli antifascisti - 21) i ferri del mestiere - 22) la decisione - 23) dalla "Carraia" - 24) il campanile - 25) tra le persiane - 26) al Sanatorio - 27) la minaccia - 28) i quadrimotori - 29) lo schiaffone - 30) l'avvertimento - 31) il plotone d'esecuzione - 32) il recupero - 33) l'arraffamento - 34) i pifferi - 35) Cincinnato - 36) via dei Latini 25 - 37) "papiren" - 38) i martiri
39) il padre del palletta- 40) i bombardieri - 41) i fornari - 42) le galline - 43) la fortezza volante - 44) suor Eletta - 45) Radio Londra - 46) la fame - 47) il monumento - 48) Coriolano - 49) la "grazzia" - 50) prologo - 51) patema - 52) "altro che buon riposo?" - 53) don Pietro - 54) all'alba - 55) le jeeps - 56) Cirillo è arrivato - 57) il binocolo - 58) la vacca grassa - 59) i palloni - 60) "so Salvatore!" - 61) i morti in fila - 62) la bara - 63) la lezione - 64) le cavallette - 65) i canadesi - 66) le capocce di villa Donati - 67) i bonaccioni - 68) i sorci de Totozzo - 69) lo stuka - 70) ponte smerdino - 71) la gallinella - 72) pallino - 73) l'F.B.I. - 74) per una foto - 75) la stretta - 76) tra i tumuleti - 77) le rancitelle - 78) a Tre Cancelli - 79) i gentlemen - 80) mio padre - 81) a sangue freddo - 82) "che botta" - 83) la mamie - 84) Ernesto - 85) sfollati e spidocchiati - 86) l'arma segreta - 87) cacarella a vento - 88) "you no strng" - 89) Incoscienza - 90) P.G.R. - 91) l'alza bandiera - 92) pasquetta '44 - 93) la fucilazione - 94) "mi nonna" - 95) la capanna bruciata - 96) allegro ritorno - 100) la coltellata - 101) campo minato - 102 Armandino - 103) i teschi - 104) il cap. Taylor - 105) come andarono le cose - 106) la verità - 107) la conferma della verità - 108) Fido - 109) La rabbia del '44 - 110) uno strano americano


86) l'arma segreta


Eravamo tre ragazzi che, durante lo sbarco, avevano trovato da lavorare per gli americani. Mentre un giorno stavamo sgombrando alcuni uffici del Comando della caserma Piave, fummo testimoni di un fatto veramente unico ed inspiegabile. Saranno state le dieci del mattino quando, all'improvviso, udimmo un frastornante crepitìo di fuoco antiaereo che ci fece uscire sul balcone per individuare che cosa lo provocasse. Era un solo caccia bombardiere tedesco che, sceso in picchiata da altissima quota, intendeva bombardare 1e navi in rada nel mare di Nettuno. Arrivato in prossimità dell'imponente sbarramento antiaereo navale, con una peripezia fulminea cabrava per risalire sempre in verticale, raggiungendo le nuvole dopo alcuni minuti, squarciando la cortina, ridiscendeva per ripetere l'operazione. Le batterie contraeree entravano contemporaneamente in azione, trasformando il cielo terso in una calotta rossa per il fuoco tracciante, ma, a causa della singolare bravura del pilota nell'offrire poco bersaglio, quelle erano inefficienti.
Alla terza uscita come se fossero state tutte d'accordo, le batterie tacquero; il caccia bombardiere fece di nuovo la sua azione sempre più ardita e, a metà risalita si udì un colpo solamente che centrò in pieno il velivolo disintegrandolo e facendolo precipitare in mare in una spirale di fumo nero. Ancora mi chiedo se fu un colpo ben centrato a farlo cadere oppure l'esplosione interna del serbatoio del carburante.

 

AUTORIZZAZIONE PER LA PUBBLICAZIONE
COCESSA DA AUGUSTO RONDONI

Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta e trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo elettronico, meccanico o altro senza l’autorizzazione scritta dei proprietari dei diritti.