NETTUNOCITTA.IT




NETTUNO
OTTO/'900

Persone, storie e tradizioni
a Nettuno nel 1800-1900

di AUGUSTO RONDONI

HOME - OPERE

INDICE
01 - 02 - 03 - 04 - 05 - 06 - 07 - 08 - 09 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90


01 - Primo ottocento


Il ritardo della trasformazione economica italiana fu più che altro dovuta alla suddivisione del suolo in tanti staterelli ed all'assenza di un vero e proprio mercato nazionale.
Fino alla metà del diciannovesimo secolo, l'economia italiana fu quasi esclusivamente agricola.
L'avvento e l'uso del vapore, come forza motrice, nell'industria e nell'agricoltura, rivoluzionarono e moltiplicarono le risorse nazionali.
La siderurgia ebbe un continuo crescente impulso; la navigazione a vela fu presto soppiantata da quella a vapore; l'introduzione della macchina a vapore, come mezzo di locomozione, aprì nuove frontiere alla tecnica dei trasporti; l'invenzione del telegrafo promosse con sollecitudine lo sviluppo delle comunicazioni ed infine l'uso del francobollo a tariffa unificata (secondo chilometraggio) pagato dal mittente, non più dal destinatario, esemplificò enormemente lo scambio di notizie, tra paesi e regioni, anche alle classi meno abbienti.
Con l'unificazione territoriale d'Italia, la presa di Roma (Porta Pia 20-9-1870) pose alfine termine al potere temporale dei Papi e la casa Sabauda, coadiuvata dalle due Camere, come da Statuto Albertino, ne assunse il governo. Affiorarono subito grossi e gravissimi problemi nel nuovo Stato per il riordinamento economico-finanziario che gravarono, per alcuni decenni, sui sacrifici della maggioranza del popolo.
La presenza nelle due camere di validissimi economisti e di esperti uomini politici, di tendenza liberale moderna, forgiarono l'Italia del 20° secolo.





OPERA APPARTENENTE AL FONDO BIBLIOGRAFICO
"100 LIBRI PER NETTUNO"
AUTORIZZAZIONE PER LA PUBBLICAZIONE
CONCESSA DA AUGUSTO RONDONI

Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta e trasmessa in qualsiasi forma
o con qualsiasi mezzo elettronico, meccanico o altro senza l’autorizzazione scritta
dei proprietari dei diritti.