NETTUNOCITTA.IT


NETTUNO

di DON VINCENZO CERRI

HOME - OPERE - INDICE

005 - 009 - 010 - 012 - 017 - 020 - 024 - 028 - 032 - 034 - 042 - 101 - 104 - 112 - 129 - 130 - 132 - 133 - 138 - 139 - 140 - 143 - 146 - 147 - 154 - 157 - 167 - 170 - 171 - 172 - 179 - 194 - 199 - 200 - 239


L'ANTICA CHIESA COLLEGIATA
DI SANTA MARIA ASSUNTA


Dopo l'invasione dei barbari, gli Anziati superstiti riedificarono anche la loro Chiesa che dedicarono alla Vergine Santissima Assunta in Cielo, titolo conservato fino agli ultimi anni del secolo nono, quando assunse quello dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista.
È difficile stabilirne l'epoca di erezione. Dalla "viva tradizione e da gran massi ne' fondamenti" (Matteucci, pag. 60), sappiamo che era stata edificata sulle basi del grande tempio al dio Nettuno e che aveva, come l'attuale, alcune stanze destinate all'abitazione dell'Arciprete e dei Canonici obbligati a far vita comune.
Verso il 1700 era ridotta in uno stato tanto deplorevole che le Autorità ecclesiastiche ravvisarono la necessità di demolirla e di erigerne, in sua vece, un'altra più ampia e decorosa.


 

 

PROPRIETA' DEL SERVIZIO CARITAS
Autorizzazione alla pubblicazione concessa da
Mons. Vincenzo Cerri

DISTRIBUZIONE GRATUITA
Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta e trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo elettronico, meccanico o altro senza l’autorizzazione scritta dei proprietari dei diritti.