NETTUNOCITTA.IT




IL PIANETA TERRA
NEL PROGETTO DI DIO

Alla luce della RIVELAZIONE
e delle "voci profetiche"

di
DON VINCENZO CERRI

HOME - OPERE

INDICE -
01 - 02 - 03 - 04 - 05 - 06 - 07 - 08 - 09 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33


14 - Il regno di Cristo oggi


Se diamo uno sguardo sommario alla situazione religiosa dei popoli moderni constatiamo che CRISTO, pur essendo da tutti conosciuto, non è da tutti amato e riconosciuto come Re.

In questi ultimi secoli, per di più, sembra che Satana abbia riguadagnato gran parte del terreno perduto... Tutto il mondo religioso è in crisi, anche quello cristiano; e le forze avverse si sono scatenate in ogni angolo della Terra seminando odio, persecuzioni e morte... I nemici del Cristo sono penetrati ovunque, fin tra le schiere della sua Chiesa.

Qui il discorso si fa assai più arduo perché entra in giuoco la FEDE, senza la quale anche la mente cristiana si smarrisce. Egli ha fondato il suo Regno sulla Terra, ma non si devono dimenticare le sue parole profetiche:
il suo Regno avrà certamente il perfetto compimento dell'aldilà, nel mondo futuro', ma Egli ha predetto "un solo ovile ed un solo pastore" anche sulla Terra.

Le sue numerose parabole, per esempio quelle del seminatore, della zizzania, della rete, del lievito, del granello di senape, si riferiscono alla fase terrena del Regno di Dio. La fase terrena non si concluderà con la vittoria di Satana!
Al contrario, presso Cesarea di Filippo, alla solenne professione di fede fatta da Pietro, Gesù disse:
"Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l'hanno rilevato, ma il Padre mio che è nei deli. Ora anch 'io ti dico: Tu sei Pietro e su questa Pietra io edificherò la mia Chiesa E LE PORTE DELL'INFERNO NON PREVARRANNO CONTRO DI ESSA" (Matteo 16, 17-19).

Satana quindi non prevarrà anche se oggi sembra che stia per afferrare lo scettro della vittoria... Come abbiamo già detto, è questione di Fede. Chi crede in Cristo vero Dio e vero Uomo sa che la sua parola è veritiera: si FARÀ UN SOLO OVILE SOTTO UN SOLO PASTORE!

Un giorno, mentre Lui era in barca con i suoi discepoli sul lago di Genezareth, si scatenò all'improvviso una burrasca; il vento era foltissimo e le onde minacciose. Gesù, a poppa, si riposava. Ad un certo punto i discepoli, benché esperti barcaioli e abituati a quelle tempeste ebbero paura di affondare, gridarono verso Gesù "MAESTRO, SALVACI; ANDIAMO A FONDO! "Gesù per tutta risposta li rimprovera dolcemente: "Uomini di poca fede: perché vi spaurite?" Poi si alzò e gridò sui venti e le onde e subito tornò la calma...A quella scena impressionante i presenti, pieni di stupore, si domandarono: "Chi è mai Costui al quale obbediscono anche il vento e il mare?"

Chi era?
Era Colui che nella spaventosa e infernale tempesta del mondo moderno e che sembra travolgere ogni cosa, al momento da Lui stabilito comanderà al vento e al mare e Satana sarà sconfitto.Questo è proprio il tempo di gridare, dal profondo del nostro cuore, come i discepoli: SIGNORE, SALVACI: NOI PERIAMO!
Gesù non insegnava solo con la parola, ma anche con la sua vita e con i miracoli che operava...





PROPRIETA' DEL SERVIZIO CARITAS
Autorizzazione alla pubblicazione concessa da
Mons. Vincenzo Cerri

OPERA APPARTENENTE AL FONDO BIBLIOGRAFICO
"100 LIBRI PER NETTUNO"

Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta e trasmessa
in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo elettronico, meccanico o altro
senza l’autorizzazione scritta dei proprietari dei diritti.